25 APRILE – FERRERO (LA SINISTRA): “VERGOGNOSO CHE LA BORSA DI MILANO SIA APERTA. GLI AFFARI NON RISPETTANO LA LOTTA PER LA LIBERAZIONE”.

COMUNICATO  STAMPA

25 APRILE – FERRERO (LA SINISTRA): “VERGOGNOSO CHE LA BORSA DI MILANO SIA APERTA. GLI AFFARI NON RISPETTANO LA LOTTA PER LA LIBERAZIONE”.

Paolo Ferrero, vicepresidente del Partito della Sinistra Europea e Candidato per la lista La Sinistra nella Circoscrizione Nord Ovest, ha dichiarato:

“Domani sarò a Milano alla manifestazione del 25 aprile a festeggiare la liberazione del paese dal nazifascismo ed a sostenere che è necessario alzare i salari, non i muri. 

Vergognoso che, nella città medaglia d’oro al valor civile, la Borsa di Milano sia aperta – business as usual – evidentemente gli affari non rispettano la lotta per la liberazione. Non mi si venga a dire che la globalizzazione impedisce la chiusura. Negli altri paesi non succede così. Ad esempio domani la borsa australiana sarà chiusa per festeggiare la ricorrenza dell’ANZAC Day, in cui l’Australia a la Nuova Zelanda ricordano i propri militari morti in tutti i conflitti. Evidentemente nella riscrittura revisionista della storia del paese in corso da anni, la Borsa di Milano si adopera con determinazione degna di miglior causa per la cancellazione del 25 aprile, della liberazione dal nazifascismo, dalla memoria del paese. Questa indifferenza verso il fascismo è inaccettabile e tornano alla mente le parole di Gramsci che faccio mie: “odio gli indifferenti”.

Milano, 24 Aprile 2019