La Regione Lombardia propone di risolvere il bisogno casa penalizzando i poveri Un presidio lunedì 24 luglio contro i regolamenti in approvazione.

casa-11000_210x151

L’edilizia residenziale in Italia è senza finanziamenti pubblici fin dalla soppressione dei fondi Gescal, di cui i circa 2,5 miliardi di euro di fondi rimanenti sono ancora bloccati invece di essere riassegnati per ampliare velocemente il patrimonio abitativo. Inoltre è inutilizzata la leva del riuso dell’immenso patrimonio pubblico abbandonato al degrado e all’incuria stimato in circa 280 miliardi, 40.000 gli alloggi che sono inagibili e non assegnati alle famiglie in lista nelle graduatorie, sono questi gli elementi principali della drammatica cornice dentro la quale si dovrebbero trovare le risposte per il diritto alla casa e l’emergenza sfratti.

(continua a leggere)