«20/06/2018 – Como nell’epoca dei censimenti su base etnica e della disumana decisione del governo di chiudere i porti alle navi che salvano vite umane».

di Fabrizio Baggi Sono di ritorno dal turno al piazzale di San Francesco, dove decine di “migranti e non” passano la notte perché questo Paese non gli da la possibilità di avere un tetto sopra la testa. In questa città esiste un cosiddetto “campo governativo”, gestito da CRI, Prefettura e Caritas, che è utilizzato più o meno per la metà della sua capienza (circa … Leggi

Migranti – Acerbo (PRC): “Il problema non è Malta, ora il problema è salvare le vite e aprire i porti per accogliere le persone appena soccorse”.

Migranti – Acerbo (PRC): “Il problema non è Malta, ora il problema è salvare le vite e aprire i porti per accogliere le persone appena soccorse”. “Salvini e Toninelli addossano tutte le responsabilità a Malta. A noi poco interessa: vogliamo sapere ora, subito, dove finiranno le centinaia di persone appena salvate in mare dalla Ong Aquarius e in quale porto potranno sbarcare ed essere … Leggi

A COMO UNA MANIFESTAZIONE PER RICORDARE IL RAGAZZO MALIANO MORTO FULMINATO DALLA LINEA AD ALTA TENSIONE MENTRE CERCAVA DI VARCARE LA FRONTIERA SUL TETTO DI UN TRENO.

“I VOSTRI MURI SONO I NOSTRI MORTI”.   Domenica 19 marzo si è tenuto a Como l’incontro per ricordare il ragazzo maliano che il 27/2/2017 è morto, fulminato dalla linea ad alta tensione, mentre cercava di oltrepassare il confine e raggiungere la Svizzera nascosto sul tetto di un treno diretto a Balerna. Decine e decine di persone appartenenti ad associazioni, … Leggi

COMO: «DOPO SETTE MESI LA SITUAZIONE “MIGRANTI” NON E’ MIGLIORATA ED IL CAMPO GOVERNATIVO NON FUNZIONA COME DOVREBBE».di Fabrizio Baggi.

A quattro mesi dall’apertura del “campo governativo “ di CRI e Prefettura la situazione che si trovano a vivere le persone che hanno scelto di utilizzarlo è tutt’altro che facile. Partendo dal presupposto che, allo stato attuale delle cose,  solo minori, donne e nuclei familiari (marito, moglie e figli) hanno la possibilità di accedervi ed  il risultato è che, dopo … Leggi

COMO SENZA FRONTIERE. di Fabrizio Baggi.

La città di Como è investita da circa due mesi dagli effetti dell’emergenza umanitaria prodotta dalle migrazioni in fuga dalle guerre. Centinaia di persone, nuclei familiari, donne, minori non accompagnati,  per sfuggire a guerre, violenza sono costretti a dimorare nel piazzale e nel parco antistante la Stazione Ferroviaria (San Giovanni) in condizioni sanitarie e materiali indegne di una condizione civile. … Leggi