RIFONDAZIONE: ESISTE IL DIRITTO DI INFORMARE CRITICANDO? ANCHE DA NOI L’AUTOCRAZIA HA I SUOI DISCEPOLI

RIFONDAZIONE: ESISTE IL DIRITTO DI INFORMARE CRITICANDO? ANCHE DA NOI L’AUTOCRAZIA HA I SUOI DISCEPOLI

Gravissima come indice di una democrazia in abbandono, la denuncia che il Quotidiano La Provincia di Como ha ricevuto da parte della ASST Lariana in merito alle critiche al Servizio sanitario regionale, che dalle sue pagine sono emerse sulla gestione della Pandemia Covid 19 e in generale sul suo funzionamento. Vietato criticare? Del giornale in questione non condividiamo quasi nulla, né orientamento politico né linea editoriale, ma, come dice una comunista libertaria a cui ci ispiriamo, Rosa Luxemburg, la vera democrazia è garantire il diritto di esprimersi agli avversari politici. Quando non si sopportano le critiche, soprattutto in una situazione così drammatica come quella della pandemia, che ha squadernato tutte le falle della tanto decantata sanità lombarda, si lavora alla costruzione di una informazione servile e di regime, nemica della libertà e della verità.

Fabrizio BaggiSegretario regionale

Giovanna CapelliResponsabile regionale sanità

Partito della Rifondazione Comunista / Sinistra Europea – Lombardia