MA QUALE BELLA STORIA POPOLARE? SI CHIAMA MALAPOLITICA E CORRUZIONE!

MA QUALE BELLA STORIA POPOLARE? SI CHIAMA MALAPOLITICA E CORRUZIONE!

Martedì 26 ottobre Roberto Formigoni presenterà a Lecco il suo libro ‘Una storia Popolare’ dove racconta, in maniera autocelebrativa, il suo lungo percorso politico.

Dopo una condanna a sette anni e 6 mesi subita nel 2018 per corruzione in concorso per il caso Maugeri, che per limiti anagrafici sta scontando ai domiciliari e dopo la discussa decisione del senato di riconsegnare al celeste ben 7000 euro di vitalizio, ora lo ritroviamo in veste di scrittore proprio qui, nella ‘sua’ Lecco. Non vogliamo però soffermarci solo sulla condanna e sui benefici maturati come politico, ci sono già aule di tribunale e istituzioni che hanno emesso il loro giudizio, piuttosto ci interessa sottolineare che nonostante il ‘re sia nudo’ il suo impero continua a sopravvivere. Comunione e liberazione, che di spirituale ha ben poco, è ben consolidata nelle istituzioni e in ogni centro di potere nazionale e locale, una lobby forte organica ai poteri forti e capace di influire sulle scelte politiche governando la Lombardia al fianco di Formigoni per quattro mandati consecutivi con risultati che hanno indebolito gli strati popolari, favorendo privatizzazioni in ambito sanitario e dell’istruzione. Questa passerella ce la poteva pure risparmiare.

Partito della Rifondazione Comunista Lecco