RIFONDAZIONE: COVID, GOVERNO ANTEPONE PROFITTI A SALUTE

RIFONDAZIONE: COVID, GOVERNO ANTEPONE PROFITTI A SALUTE

Le decisioni del Cts e del governo non hanno alcuna giustificazione sanitaria. È grave già quanto ha proposto il CTS subendo pressioni della politica. Ancor più grave che le misure siano state peggiorate dal governo. Per lavorare non si fa la quarantena mettendo a rischio chi lavora e chi entra in contatto.

Il Cts aveva proposto di eliminare quarantena solo per lavoratori essenziali. Il governo la elimina per tutti i lavoratori vaccinati. Si tratta di una scelta che antepone le pressioni delle imprese alla salvaguardia della salute pubblica. La stessa logica che ha prodotto la strage nelle province di #Bergamo e #Brescia all’inizio della #pandemia.

E’ una decisione irresponsabile perché anche i vaccinati diventano diffusori del contagio anche se corrono molti meno rischi di finire in terapia intensiva.

I medici sanno che i giorni di maggiore infettività sono quelli immediatamente precedenti e successivi alla comparsa dei sintomi. Eliminare quarantena è quindi una scelta che antepone l’economia alla salute pubblica. Quando sono in ballo i profitti governo e regioni dimenticano le paternali che fanno ai “novax”.

Dal 22 al 28 dicembre ci sono stati 1.024 morti, con una media di 146 al giorno, e il governo se ne viene fuori con misure che aumenteranno inevitabilmente i contagi.

Si sta constatando che la variante omicron buca anche i #vaccini.

Siamo di fronte al fallimento del governo Draghi nella gestione della pandemia. Nessuna misura strutturale di potenziamento della sanità o per ridurre il sovraffollamento del trasporto pubblico e della scuola, fine dello smart working, messaggi sbagliati dello stesso presidente del consiglio sui vaccini che hanno alimentato scetticismo tra i cittadini, tamponi a prezzi esagerati mentre ci sono paesi europei dove i molecolari sono persino gratuiti ed è possibile farli entro le 24 ore.

Anche a livello internazionale Draghi non ha brillato visto che non ha chiesto alla Commissione Europea di smetterla col veto sulla moratoria dei brevetti in sede di Organizzazione Mondiale del Commercio. Finché non si vaccineranno tutti i popoli si moltiplicheranno nuove varianti come omicron in grado di superare la protezione dei vaccini.

La rissa mediatica perenne con i novax ha consentito a Draghi di nascondere il suo fallimento.

Maurizio Acerbo, segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea