(07.08.19) Bergamo. No allo sgombero delle case occupate di Celadina.

Bergamo: “Rifondazione Comunista dice No allo sgombero delle case occupate di Celadina”.

Ieri mattina, 6 agosto 2019, nella migliore tradizione con cui i potenti fanno le peggiori porcherie (cioè in agosto quando i cittadini sono in vacanza) la polizia locale, con ENEL al seguito, ha provveduto a staccare la corrente e identificare le persone presenti negli alloggi occupati di via Monte Grigna 11, alla Celadina in Bergamo.

Si tratta di alcuni alloggi occupati da anni in uno stabile sfitto da molto tempo. Tra le persone a cui è stata tagliata la luce una famiglia con minori. Non si tratta di un fulmine a cielo sereno, ma la logica prosecuzione delle politiche adottate dalla giunta Gori e dal PD bergamasco. Infatti l’amministrazione di Bergamo si è da tempo qualificata per inseguire Salvini sul terreno securitario non solo con il nuovo regolamento di polizia urbana ma anche con un uso spropositato dei DASPO e la proposta di fornire i taser alle forse di polizia locale.

Non a caso molti elettori del centro destra hanno diversificato il loro voto tra europee e comunali dando il loro gradimento all’attuale amministrazione: evidentemente Gori ritiene il risultato raggiunto positivo e ha deciso di proseguire così.

E infatti il giorno dopo l’approvazione del secondo decreto Salvini, che tra le varie nefandezze che introduce colpisce ogni forma di lotta e di dissenso nel Paese, in linea con quanto molte amministrazioni di centro sinistra ieri hanno fatto a iniziare da quella di Bologna, si è provveduto a colpire gli occupanti delle case della Celadina. L’unica occupazione a scopi residenziali presente nella bergmasca.Il partito della Rifondazioe Comunista di Bergamo si schiera con le famiglie e gli occupanti a cui dà piena solidarietà; infatti non pensiamo che si possa rispondere ai problemi sociali con la repressione e l’intimidazione, una scelta che una volta di più dimostra quale sia la cultura politica e la sensibilità amministrativa dell’attuale compagine di governo cittadina. 

Bergamo, 07.08.19 – Francesco Macario, segretario Prc/Se di bergamo e provincia

Trasmette: Ufficio stampa Prc/SE Federazione di Bergamo.