RIFONDAZIONE, DONGO 2022: NO AD ALTRE PARATE FASCISTE NEL LUOGO DELLA FINE DELLA DITTATURA. L’8 MAGGIO TUTTE E TUTTI IN PIAZZA.

RIFONDAZIONE, DONGO 2022: NO AD ALTRE PARATE FASCISTE NEL LUOGO DELLA FINE DELLA DITTATURA. L’8 MAGGIO TUTTE E TUTTI IN PIAZZA.

Anche quest’anno i gruppi e le organizzazioni neofasciste di tutta la Lombardia e di gran parte d’Italia si daranno appuntamento a Dongo (CO) – luogo Simbolo della lotta di Resistenza – dove il CLN catturò Benito Mussolini e Claretta Petacci per poi fucilare entrambi a Giulino di Mezzegra (CO) ponendo di fatto così  fine alla dittatura criminale nazifascista e dove furono fucilati i gerarchi del regime, per un’ennesima parata nera.

Ogni anno quei luoghi vengono oltraggiati e si trasformano, in barba alla Costituzione e alle leggi della Repubblica Antifascista, in scenari che trasudano apologia del fascismo attraverso manifestazioni che al grido del “presente” e rullo di tamburi sfoggiano saluti romani e molta altra paccottiglia nostalgica il tutto sotto gli occhi di istituzioni che, nella migliore delle ipotesi, sono “afasciste” ed assumono posizioni equidistanti tra i nostalgici dell’oscuro ventennio e chi, come noi, sta dalla parte della Libertà, della Democrazia e dei valori Antifascisti  dettati dalla Costituzione.

Ogni anno il Comitato provinciale permanete Antifascista  comasco si muove sia sul livello istituzionale (purtroppo con risultati quasi del tutto inesistenti) che su quello della mobilitazione popolare (che invece dà una risposta adeguata) per non far passare sotto silenzio questo scempio della Democrazia.

Quest’anno la contro manifestazione unitaria di tutte le antifasciste e di tutti gli antifascisti alla quale il Partito ha aderito a tutte le istanze: quella provinciale comasca, quella regionale lombarda e quella nazionale si terrà domenica 8 maggio dalle ore 9:30 alle ore 11:00 –  a Dongo in Piazza Paracchini.

Il Partito della Rifondazione Comunista invita tutte e tutti alla massima partecipazione per rivendicare con forza che nessuno spazio né agibilità politica deve essere concesso ai neofascisti, né a Dongo né in nessun altro luogo.  Ancora una volta siamo a chiedere l’applicazione delle leggi ed il conseguente scioglimento di  tutte le organizzazioni neofasciste e neonaziste.

Ora e sempre Resistenza!

Maurizio Acerbo, Segretario nazionale

Fabrizio Baggi, Segretario regionale Lombardia

Pierluigi Tavecchio, Segretario provinciale Como

Partito della Rifondazione Comunista / Sinistra Europea