25 marzo corteo LA NOSTRA EUROPA – concentramento ore 11.00 Piazza Vittorio, arrivo al Colosseo.

25 marzo corteo

LA NOSTRA EUROPA – concentramento ore 11.00 Piazza Vittorio, arrivo al Colosseo 

la fine della manifestazione è prevista alle ore 15.00 

 

Care Compagne e cari Compagni,

Il 25 marzo ricorre il sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, ovvero della nascita di quella che oggi chiamiamo Unione Europea. Associazioni, organizzazioni, movimenti della società civile, sindacati, partiti ed altri attori sociali, si interrogano sul futuro di questa Europa in cui viviamo.

In previsione di questo evento diverse associazioni, reti italiane ed europee su proposta dell’ARCI si sono riunite per verificare se e quali iniziative di mobilitazione attivare, si è deciso, quindi, di promuovere una mobilitazione per mettere al centro i temi cui i capi di Stato non danno risposte. 

Grazie, quindi,  all’ARCI che ha organizzato un incontro tra tanti soggetti abbiamo organizzato un’importante mobilitazione proprio a Roma, nel momento in cui i leader europei si riuniranno per celebrare l’anniversario, è stato lanciato l’appello  “La Nostra Europa: Unita, Democratica, Solidale” cui abbiamo aderito come Partito della Rifondazione Comunista.

L’Europa che il prossimo 25 marzo festeggerà ufficialmente il 60° anniversario dei Trattati di Roma non è la nostra Europa perché ha subordinato i diritti delle persone agli interessi del mercato, reso più forte i Paesi più ricchi con il Fiscal Compact, indebolito la finanza pubblica a favore della speculazione finanziaria privata.

Ha svilito le procedure democratiche attraverso progetti di accordi commerciali svincolati dal controllo democratico come il TTIP e il CETA; tagli alla spesa sociale, per l’ambiente e per la cultura; rilancio perverso dell’economia della sicurezza e della guerra, muri e fili spinati per fermare migranti e richiedenti asilo: questo hanno prodotto l’obbligo di limitare il deficit pubblico al 3% e il debito pubblico al 60% del Pil e quello di raggiungere nel medio termine un saldo di bilancio vicino al pareggio. 

Un cartello amplissimo e plurale di associazioni, reti, sindacati, partiti (http://www.lanostraeuropa.org/chi-siamo/) ha deciso di mobilitarsi perché quella che vogliamo è un’altra Europa, perché vogliamo l’abbandono delle politiche di austerità che rappresentano la vera minaccia all’integrazione sociale, economica europea.

E’ stato predisposto un sito WEB:   www.lanostraeuropa.org  ed una pagina Face Book “La nostra Europa” dove potrete trovare l’appello che vi invitiamo a sottoscrivere e le informazioni necessarie, si tenga conto che è stato attivato da pochi giorni quindi non è ancora del tutto completo e aggiornato.

Stiamo verificando con le organizzazioni più grandi e strutturate le modalità di partecipazione dai territori per quanto riguarda bus o viaggi collettivi, vedremo se saremo in grado, già nei prossimi giorni per riferimenti città per città.

Anche come partito ci doteremo di un piccolo nucleo centrale organizzativo di cui vi daremo conto nei prossimi giorni.

Nel frattempo vi invitiamo a prendere i contatti necessari con le Camere del Lavoro, Cobas, ARCI dei vostri territori.

Grazie per l’attenzione e a presto.

Per la Segreteria nazionale

Rosa Rinaldi

(clicca questo link e scarica la nota in formato pdf)