BERGAMO: RIFONDAZIONE COMUNISTA APPOGGIA LA LOTTA DEI LAVORATORI E DELLE LAVORATRICI DELLA SEMATIC DI OSIO SOTTO.

In merito alla lotta contro la delocalizzazione in Ungheria condotta dalle lavoratrici e dai lavoratori della Sematic di Osio Sotto (BG) – Marco Sironi – della Commissione Lavoro di Rifondazione Comunista – federazione di Bergamo ha dichiarato:

“La federazione di Bergamo di Rifondazione Comunista, esprime solidarietà ai lavoratori della Sematic di Osio Sotto e alla Fiom per la mobilitazione contro la delocalizzazione in Ungheria di parte della produzione con l’annuncio di circa  una sessantina gli esuberi.Ancora una volta una azienda in salute, al posto di investire sull’innovazione, decide di massimizzare i profitti riducendo il costo del lavoro a scapito dell’occupazione.Da tempo chiediamo come Rifondazione Comunista che venga approvata una legge che penalizza le aziende che delocalizzano obbligandole a ritornare tutti gli aiuti pubblici in varie forme ricevuti.Troppo poco finora è stato fatto dai governi in tutti questi anni.Sosteniamo pertanto lo sciopero dei lavoratori e delle lavoratrici della Sematic per costringere  l’azienda a ritirare la decisione di deocalizzare in Ungheria.Chiediamo alle istituzioni pubbliche di adoperarsi per difendere l’occupazione di questa importante fabbrica bergamasca”.

Bergamo, 02/04/2019