RIFONDAZIONE: SOLIDARIETÀ AI LAVORATORI CARICATI DALLA POLIZIA MENTRE RIVENDICAVANO IL DIRITTO ALL’OCCUPAZIONE

RIFONDAZIONE: SOLIDARIETÀ AI LAVORATORI CARICATI DALLA POLIZIA MENTRE RIVENDICAVANO IL DIRITTO ALL’OCCUPAZIONE

Ancora una volta lo Stato si schiera dalla parte del Capitale e manda la polizia a caricare violentemente i lavoratori in sciopero contro i licenziamenti. È notizia di poco fa quella di una violenta carica da parte delle forze dell’ordine in antisommossa ai danni di un presidio indetto dal Si Cobas Milano davanti al magazzino Brivio & Viganò di Pozzuolo Martesana (MI) conto i 49 licenziamenti voluti dalla catena di supermercati UNES. I lavoratori hanno resistito alla carica ed il picchetto prosegue.

È insopportabile un Governo che continua ad utilizzare le forze dell’ordine contro chi lavora, sblocca i licenziamenti in una fase difficile come è quella in cui versa il Paese e reprime violentemente chi si oppone per provare a tutelare la propria occupazione ed il diritto al lavoro.

Rifondazione Comunista denuncia con forza la gravità di quanto accaduto, esprime solidarietà e vicinanza ai lavoratori che sono caduti vittime di questo vile atto di repressione e conferma la propria ferma volontà di lavorare alla costruzione di un blocco sociale che si opponga a queste politiche antisociali a discapito di chi per vivere ha la necessità di lavorare.

Prima le Lavoratrici e i Lavoratori

Milano, 08/09/2021

Antonello Patta, responsabile nazionale lavoro

Fabrizio Baggi, segretario regionale Lombardia

Partito della Rifondazione Comunista / Sinistra Europea