CORRUZIONE IN LOMBARDIA, FERRERO E PATTA (PRC): “SCOPIAMO VIA MARONI, IL RESPONSABILE POLITICO: DIMISSIONI!”

COMUNICATO STAMPA

CORRUZIONE IN LOMBARDIA, FERRERO E PATTA (PRC): “SCOPIAMO VIA MARONI, IL RESPONSABILE POLITICO: DIMISSIONI!”

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista-Sinistra Europea, e Antonello Patta, segretario regionale Lombardia di Rifondazione Comunista-Sinistra Europea, dichiarano:

“Secondo la Corte dei Conti la corruzione in Lombardia è “talmente diffusa e ramificata da costituire una malattia infettiva epidemica, come un virus contagioso che si diffonde”.  Non a caso sono ben 9mila le segnalazioni giunte alla procura nel 2015, molte da parte di comuni cittadini.
Ma per la giunta del leghista Maroni sembra che il problema non esista: nel 2015 ha inoltrato una sola segnalazione di danno e risposto alle preoccupazioni della procura che in Regione tutto andava bene.
Eppure già nel 2014 il comitato per la trasparenza della Regione, guidato dall’ex generale della finanza Forchetti, aveva chiesto urgenti interventi considerata la prassi diffusa nelle aziende sanitarie di  “affidamenti diretti per somme superiori al limite consentito, reiterazione di proroghe, acquisti in economia per più anni dal medesimo fornitore  anziché  seguire le necessarie procedure previste dal codice dei contratti; carenza di controlli interni”
Un bubbone su cui per anni non si è voluto far niente e che, anzi, è cresciuto con le concessioni a privati negli ospedali della Lombardia che rappresentano in valore circa un terzo delle concessioni affidate nella sanità in tutta Italia: un miliardo e duecento milioni di euro.
Le ramazze della lega sono servite solo a mettere la polvere sotto il tappeto e così tutto continua come prima: appalti truccati, poltrone e consulenze agli amici, ticket e malasanità per i cittadini.
Scopiamo via il responsabile politico della corruzione in Lombardia: Maroni dimissioni!”

26 febbraio 2016