PROVOCAZIONE FASCISTA NELLE SEDI DELLA CGIL DI PAVIA, MANTOVA CREMA E CREMONA. LA SOLIDARIETA’ DEL PRC DELLA LOMBARDIA.

Esprimiamo la nostra massima solidarietà alle compagne ed ai compagni delle Camere del Lavoro di PaviaMantova, Cremona e Crema che, come apprendiamo dalla pagina di Cgil Lombardia sono state vittima dell’ennesima provocazione di stampo fascista.

Questi episodi sempre più frequenti ai danni dei presidi democratici e dei rappresentanti delle lavoratrici e dei lavoratori sono un evidente monito del clima d’odio che, anche a causa delle continue esternazioni del ministro dell’interno Salvini, vivono oggi in una condizione di pericolosissima legittimazione.

Da anni come Rifondazione Comunista rivendichiamo l’applicazione delle leggi vigenti in materia di reato di apologia di fascismo, della Costituzione Repubblicana nata dalla Resistenza ed il conseguente ed immediato scioglimento di tutte le organizzazioni neofasciste e neonaziste, per il quale, già nel 2015, insieme con il Comitato Lombardo Antifascista abbiamo raccolto più di 30.000 firme.

Oggi siamo impegnati nella campagna #maipiùfascismi promossa dall’ANPI nazionale e rinnoviamo l’impegno di tutto il partito nella tutela dei valori democratici ed antifascisti dettati dalla carta costituzionale.

Milano, 22/06/2018

La Segreteria Regionale del 
Prc Lombardia