IL P.R.C./S.E. LOMBARDIA IN PIAZZA CON I SINDACATI INQUILINI CONTRO LA PRIVATIZZAZIONE E L’AFFOSSAMENTO DEL’EDILIZIA PUBBLICA

Il Prc/Se della Lombardia sostiene la lotta contro la legge regionale di riforma sulla casa, aderisce alla manifestazione promossa dai sindacati inquilini per martedì 1 dicembre in Via Fabio Filzi alle ore 16, e invita alla mobilitazione contro il tentativo della Lega e delle destre di affossare l’edilizia residenziale Pubblica.

Con questa proposta di legge La lega e le destre lombarde si distinguono ancora una volta come capifila del liberismo nello smantellamento dell’welfare e dei diritti, attraverso l’apertura ai privati, come già hanno fatto per la scuola e la Sanità. Ciò avviene dopo che in Lombardia, proprio nel settore della casa, la gestione delle destre ha prodotto lottizzazione, malagestione e degrado del patrimonio abitativo pubblico, aumento dei canoni e delle spese per gli inquilini, corruzione, malaffare e collusioni con la malavita organizzata, tra cui la Ndrangheta. Oggi, ancora una volta, con il pretesto di una maggiore efficienza si punta a legalizzare un rapporto con i privati che nella sanità e’ stato alla base di quell’intreccio tra politica e affari che ha moltiplicato i casi di corruzione, senza peraltro ottenere maggiore efficienza, ma, al contrario, aumento dei costi e peggioramento dei servizi per i cittadini In realtà con questa legge si vuole assestare un colpo durissimo al diritto alla casa e mettere in discussione il ruolo sociale dell’edilizia residenziale pubblica, già duramente colpita dalla mancanza di fondi, dall’assenza di un piano per il recupero e l’assegnazione dei 10.000 e più alloggi sfitti di proprietà Aler, la riqualificazione dei quartieri popolari, mentre le famiglie in attesa di una casa popolare in Lombardia sono ben 56.000.

Il Prc/Se si mobilita a fianco dei sindacati inquilini per riaffermare il valore sociale dell’edilizia residenziale pubblica e più in generale il diritto ad un canone sostenibile per tutte le famiglie e i soggetti in difficoltà per il persistere della crisi.

Invita quindi tutti a partecipare alla manifestazione che si terrà a Milano,  martedì 1 dicembre, alle ore 16, davanti alla sede del Consiglio Regionale, in via Fabio Filzi.