BAGGI/CAPELLI (PRC-SE): AZZOLINA NAVIGA A VISTA: NON ASCOLTA CHI LA FREQUENTA E CHI CI LAVORA

BAGGI/CAPELLI (PRC-SE): AZZOLINA NAVIGA A VISTA: NON ASCOLTA CHI LA FREQUENTA E CHI CI LAVORA 

La Ministra Azzolina, che si fa indomita propugnatrice della apertura delle scuole in nome del primato della istruzione e della cultura ascolti chi la scuola la frequenta e ci lavora.

Quella stessa istruzione e cultura che rappresenta il futuro dei giovani e dell’intera società che lei ha messo in ginocchio nell’inutile balletto e nello spreco dei banchi monoposto e ha lasciato le classi pollaio, ha inaugurato un precariato ancor più disperato e senza tutele di quello già esistente inventando le assunzioni per Covid.  

Le scuole sono state aperte con grande sacrificio di tutti , lavoratori e lavoratrici , genitori, alunni e sono state chiuse per responsabilità di un Governo di cui lei fa parte organicamente e ora le riapre senza alcuna garanzia, perché le situazioni sanitarie, in particolare in Lombardia, al di là degli indici di classificazione delle zone sono  pessime, fuori e dentro la scuola: assente la medicina scolastica, affollati i trasporti, immutate le classi numerose.

Non basta aprire, ma bisogna garantire la sicurezza. Così dice il movimento “Priorità scuola”, così dice il movimento degli studenti, che fa lezione in presenza fuori dalle scuole o davanti ai luoghi istituzionali, così dice un importante odg che le RSU della scuola hanno elaborato e diffondono per difendere la scuola viva e la sua funzione sociale e costituzionale.  Aprire le scuole in sicurezza.

Milano, 26/11/2020

Fabrizio Baggi – Segretario Regionale Lombardia

Giovanna Capelli – Responsabile Sanità Lombardia

Partito della Rifondazione Comunista/Sinistra Europea