Giuseppe Abbà – Prc/SE Mortara(PV): sui riders: “lavoro sfruttato e malpagato, in più si mettono ostacoli”.

Giuseppe Abbà – Prc/SE Mortara(PV): sui riders: “lavoro sfruttato e malpagato, in più si mettono ostacoli”.

Articolo tratto da: l’INFORMATORE del 17/12/2020

Sul fenomeno dei rider interviene Giuseppe Abbà consigliere comunale di opposizione del Partito della Rifondazione Comunista.

“Ci sono dei lavoratori precari – osserva – come sono appunto coloro ingaggiati per portare cibo a domicilio che, per guadagnare pochi euro, sono costretti a pedalare per le vie di Milano con ritmi forsennati.

Questi lavoratori, in gran parte immigrati, hanno bisogno delle biciclette come strumento di lavoro. Una buona organizzazione delle ferrovie metterebbe a disposizione per questa necessità le carrozze necessarie e in orari adeguati (…).

Alla regione Lombardia, a Trenord (controllata dalla medesima), agli amministratori locali fa molto comodo alimentare la guerra tra i poveri, a contrapporre ai pendolari altri pendolari che hanno un diverso colore di pelle, piuttosto che darsi da fare per risolvere i problemi della linea Mortara-Milano. Ci sono immigrati in cerca di asilo anche nella nostra città.

Se non trovano lavoro e si vedono in giro, una parte dell’opinione pubblica borbotta.

Se trovano un lavoro, sfruttato e malpagato come quello dei “riders”, ma comunque un impegno, ebbene vengono messi ostacoli di ogni tipo.

Quando si capirà che tutti gli esseri umani hanno pari dignità sarà sempre tardi”.