NON C’E’ MAI LIMITE AL PEGGIO: REGIONE LOMBARDIA TOGLIE LA SANITA’ AI RICHIEDENTI ASILO

NON C’E’ MAI LIMITE AL PEGGIO: REGIONE LOMBARDIA TOGLIE LA SANITA’ AI RICHIEDENTI ASILO

di Giovanna Capelli.

La Regione Lombardia vuol fare la prima della classe nella applicazione del Decreto Salvini, lo peggiora subdolamente fregandosene delle eccezioni di incostituzionalità formulate da molti giuristi, delle mobilitazioni che si sono sviluppate nei territori contro questo decreto.
Gallera ha deciso di modificarlo in senso restrittivo emanando una informativa ai medici di base della ATS di Milano città Metropolitana precisando che i richiedenti asilo possono essere iscritti al servizio Sanitario Nazionale al massimo per 1 anno e senza assegnazione del medico di base.
Dopo questo termine dunque i richiedenti asilo non
saranno più assistiti da nessuno, invisibili, abbandonati alle malattie e alla morte.
Denunciamo questa misera politica, appoggeremo tutti i soggetti che la impugneranno per vie legali, certi di vincere, sia perché il pessimo decreto Salvini non contempla questo obbrobrio, sia perché nessuno costituzionalmente può essere escluso dalle cure mediche e promuoveremo contro informazione, mobilitazione e per imporre alla politica un cambio di passo.

Milano, 29/10/2019