LECCO, INQUINAMENTO / TORRI (PRC-SE): NEL LECCHESE NON SI RESPIRA PIÙ.

LECCO, INQUINAMENTO / TORRI (PRC-SE): NEL LECCHESE NON SI RESPIRA PIÙ.

Lecco e’ tra le prime città in Europa per morti causate dall’inquinamento dell’aria (The Lancet Planetary Health, 2021).


Nonostante sia circondata da lago e monti, da vaste distese naturali, e nonostante sia spesso sferzata da forti venti, Lecco è in assoluto la 41esima città in Europa per mortalità da inquinamento su 858 metropoli analizzate (comprese le megalopoli, come Parigi), ma diventa QUASI PRIMA IN EUROPA se nella classifica consideriamo i centri abitati sotto i 50.000 abitanti, quindi se la confrontiamo con città della sua stessa dimensione. 
Due fonti principali di inquinamento sono le cave e l’inceneritore di Valmadrera.

Interrogando  l’amministrazione comunale di Lecco per quanto riguarda la situazione estrattiva nel Lecchese abbiamo ricevuto risposte vaghe e ci siamo resi conto che le commissioni di controllo comunale e provinciale non si sono mai attivate.Il forno di Valmadrera rappresenta da anni un male per la qualità dell’ aria e il folle progetto di Teleriscaldamento ha come unico scopo quello di procrastinare la vita residua del forno inceneritore.Diciamo basta! Servono urgentemente provvedimenti per disinquinare l’aria.

30/01/2021
Andrea Torri, Segretario provinciale Partito della Rifondazione Comunista  Lecco