TURCHIA – FERRERO (PRC-SINISTRA EUROPEA): «ARRESTATI DIRIGENTI E DEPUTATI HDP, SIAMO AL FASCISMO: L’ITALIA RITIRI IMMEDIATAMENTE L’AMBASCIATORE E ROMPA RELAZIONI COMMERCIALI»

I gravissimi fatti accaduti questa notte in Turchia  vedono arrestati dirigenti e deputati HDP (Partito democratico dei popoli) tra cui le compagne che avevamo ospitato durante la nostra festa regionale 2016 a Cernusco sul Naviglio.

Questo fatto ci indigna e ci spinge ancora di più a mettere in campo iniziative contro il regime fascista di Erdogan e di solidarietà con gli arrestati.

La Segreteria Regionale Prc/SE Lombardia

Di seguito il comunicato stampa del Segretario Nazionale Paolo Ferrero

COMUNICATO STAMPA:

TURCHIA – FERRERO (PRC-SINISTRA EUROPEA): «ARRESTATI DIRIGENTI E DEPUTATI HDP, SIAMO AL FASCISMO: L’ITALIA RITIRI IMMEDIATAMENTE L’AMBASCIATORE E ROMPA RELAZIONI COMMERCIALI»

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiara:

«Stanotte in Turchia sono stati arrestati i principali dirigenti dell’HDP ed un gran numero di deputati del Partito democratico dei popoli. La repressione del governo di Erdogan contro il popolo curdo non ha limiti e procede di pari passo con l’instaurazione di un vero e proprio regime fascista e totalitario. L’Italia e l’Europa devono intervenire: Erdogan va fermato e il fatto che la Turchia faccia parte della NATO dice solo che accozzaglia di sinceri democratici albergano nell’alleanza atlantica. Il Partito della Rifondazione Comunista è impegnato a costruire mobilitazioni unitarie in tutte le città contro il governo Turco, per la liberazione dei compagni e delle compagne dell’HDP, per la liberazione di Ocalan. Il governo Renzi ritiri immediatamente l’ambasciatore italiano e rompa le relazioni commerciali con il governo turco che sta costruendo un regime fascista».

4 novembre 2016