Solidarietà di Rifondazione Comunista a Pablo Iglesias e alle forze di sinistra spagnole.

Solidarietà di Rifondazione Comunista a Pablo Iglesias e alle forze di sinistra spagnole.

In questi giorni il compagno Pablo Iglesias, vice presidente del primo governo veramente progressista in Spagna è vittima di un attacco giudiziario fondato sul nulla.

Un giudice dell’Alta corte ha chiesto alla Corte Suprema di poter porre sotto inchiesta Pablo Iglesias, per l’utilizzo delle informazioni contenute in un telefono cellulare di una sua collaboratrice di partito.

Dai primi elementi emersi l’accusa si fonda sul nulla ma ha uno scopo ben preciso che nulla ha che fare con la giustizia. In un Paese dove ancora pesa il retaggio franchista e reazionario, in cui un Re ha abdicato ed è dovuto fuggire inseguito da storie, quelle di enormi di corruzioni, la destra cerca di ripulirsi utilizzando gli stessi attacchi giudiziari che sono divenuti lo strumento in tanti paesi per fermare le sinistre e i movimenti sociali. Iglesias e il governo di cui fa parte si stanno battendo come possono per fermare la pandemia garantendo che la Spagna possa uscirne al più presto senza che ci sia chi si arricchisca sulla sanità.

Una ragione in più per stringerci accanto a Pablo Iglesias, alle compagne e ai compagni di Unidas Podemos

Maurizio Acerbo, Segretario nazionale Partito della Rifondazione Comunista