RIFONDAZIONE COMUNISTA: DRAGHI DA CHE PARTI STAI? 11 MARZO GIORNATA PER IL DIRITTO DI TUTTE/I AL VACCINO

RIFONDAZIONE COMUNISTA: DRAGHI DA CHE PARTI STAI?  11 MARZO GIORNATA PER IL DIRITTO DI TUTTE/I AL VACCINO

“La nostra salute vale più dei vostri profitti”. Per questo obiettivo il nostro Partito, insieme a tante altre realtà italiane ed europee, sostiene la campagna “nessun profitto sulla pandemia” e partecipa domani 11 marzo alla giornata europea di mobilitazione per promuovere la raccolta firme ICE (Iniziativa Cittadini Europei) indirizzata alla Commissione Europea che chiede di rimuovere ogni ostacolo legato ai brevetti e alla proprietà dei vaccini per garantire la salute non solo nel nostro continente.

Le iniziative di domani pongono al centro la necessità che il governo Draghi scelga da che parte stare: “O i brevetti o la vita”.

All’Organizzazione Mondiale del Commercio si discuterà della richiesta di India e Sud-Africa di sospendere i brevetti e consentire a tutti i paesi e a tutte le industrie farmaceutiche di produrre velocemente i vaccini per tutta la popolazione mondiale.Cosa dirà il governo Draghi in quella sede?
Finora l’Italia e l’Unione Europea hanno scelto di stare dalla parte delle multinazionali farmaceutiche che ci stanno rivendendo il risultato di ricerche finanziate dagli stati con enormi quantità di denaro pubblico.
È ora di dire basta per fermare la pandemia. 
Chiediamo ad iscritte/i e simpatizzanti di partecipare numerose/i a questa giornata, di seguire e diffondere domani, dalle 17:00 alle 19:00 la diretta nazionale facebook sulla pagina Right2cure/DirittoallaCura pagina italiana dell’ICE e di invitare a firmare la petizione, andando su questo link: https://noprofitonpandemic.eu/it/.


Raggiungiamo, insieme, in tutta Europa il milione di firme necessario grazie all’impegno di ognuna ed ognuno.